Postato da: Japan Hoppers編集部 ユジン(Yoojin) 22 Jul 2016

Viaggia attraverso la Prefettura di Saga e esplora il mondo di Arita-yaki

Viaggia attraverso la Prefettura di Saga e esplora il mondo di Arita-yaki © yoojin

Le radici della porcellana giapponese

La storia di Arita-yaki risale all'anno 1616. Nel 1590 lo shogun Toyotomi Hideyoshi invase Bunroku e Keicho in Corea; quando le truppe furono ritirate dalla Corea del daimyo del dominio Saga, Nabeshima Naoshige, portarono con loro un vasaio coreano di nome Yi Sam Pyeong; responsabile della scoperta di minerali adatti per la creazione di porcellana (caolino) sul monte Izumiyama nella regione Arita nella prefettura di Saga. Si dice che Yi Sam Pyeong sia responsabile del successo della porcellana in Giappone. Durante il periodo Edo (1603-1868) questa porcellana era spedita da un posto chiamato Imari e così è stata chiamato "Imari-yaki", ma dal periodo Meiji (1868-1912) in poi fu ampiamente conosciuta come "Arita-yaki . "Arita-cho, l'area in cui Yi Sam Pyeong iniziò la sua impresa, festeggia i 400 anni della ceramica Arita-yaki nel 2016.

Fino a quel momento la porcellana non era mai stata prodotto in Giappone; gli unici elementi di porcellana in Giappone erano le importazioni di alta qualità provenienti da altri paesi, il che significava che l'uso di porcellana era limitata a individui ricchi e potenti. Tuttavia, con la scoperta di Yi Sam Pyeong del caolino, ha reso possibile produrre in serie la porcellana in Giappone, che ha portato la porcellana ad essere utilizzata da molte più persone rispetto al passato.

La seguente fotografia è l'immagine del santuario Sueyama Jinja a Arita-cho, che è dedicato a Yi Sam Pyeong; il torii e le statue Komainu sono tutte in porcellana Arita-yaki. Ogni anno a maggio, i lavoratori del settore della ceramica si riuniscono qui per onorare i successi di Yi Sam Pyeong attraverso il "Touso-sai" (del fondatore del Festival).

Ora, dopo aver omaggiato il fondatore, è il momento di andare in giro a trovare un po 'di Arita-yaki che fa al caso nostro!

Un tesoro nascosto in un laboratorio di ceramica!

Il laboratorio di ceramica Kouraku Gama si trova a circa 5 minuti dalla stazione di Arita in taxi; in questo laboratorio hanno un magazzino pieno di oggetti d'antiquariato e opere non vendute / non finite destinati ad uso pratico; come conseguenza hanno inventato un servizio unico nel suo genere, la "caccia al tesoro". Le regole sono semplici: si hanno 90 minuti per riempire un cesto con il maggior numero di pezzi di ceramica!

Essi offrono due corsi: un corso di 5.000 yen che consente di selezionare semplici oggetti di uso quotidiano, e un corso di 10.000 yen, che permette di selezionare oggetti colorati con decorazioni e trasferire immagini su di loro. Ci si puà portare gli oggetti scelti a mano o scegliere la spedizione all'estero con pagamento in contanti alla consegna.

La persona che ci ha accompagnato in questo servizio di "caccia al tesoro" è l'artigiano brasiliano Pimenta Sebastiao, che è un dipendente di Kouraku Gama. Parla 5 lingue (giapponese, cinese, inglese, spagnolo e portoghese) ed è stato molto cordiale e ci ha guidato attraverso il laboratorio di ceramica.

Koraku Gama è stata fondata nel 1865 e producono articoli per la tavola dal design tradizionale, ma collaborano anche con artisti dentro e fuori dal Giappone per creare opere da vendere.

Il laboratorio di ceramica gestisce anche un programma di live-in per gli artisti stranieri chiamati "Artist in Residence", e il Sig Pimenta lavora come coordinatore.

Proviamo ad usare Arita-yaki

Sei riuscito ad acquistare alcuni pezzi di Arita-yaki in un laboratorio di ceramica, e vuoi provare ad utilizzarli per mangiare alcune delle specialità alimentari della prefettura di Saga? La prefettura di Saga è in realtà famosa per la sua industria di bevande alcoliche. Nel 2011 durante la competizione nota come International Wine Contest della prefettura di Saga, "Fukuchiyo Shuzo" ha vinto il prestigioso premio "Champion Sake" nella categoria Sake giapponese con il sake "Nabeshima Daiginjo". Di conseguenza, il Sake della Prefettura di Saga ha ricevuto molta attenzione da parte di tutto il Giappone.

A circa 1 ora di metropolitana dalla stazione di Arita c’è la Stazione Hizenhama, situata nella regione di Kashima-shi, dove sono presenti numerose fabbriche di Sake; quando la stagione del sake inizia in inverno questa regione si riempie del dolce profumo di fermentazione del riso.

Minematsu Shuzojo, una società che ha magazzini in questo settore, ha aperto una parte delle sue strutture ai turisti; essi hanno infatti un angolo del gusto dove si possono assaggiare oltre 10 diversi tipi di sake. Come eccezione questa volta, ci hanno permesso di usare una tazza presa a Kouraku Gama per la prova. (※ le tazze per l’assaggio sono solitamente in plastica.)

I materiali e le diverse forme delle tazze alterano la fragranza, il gusto, del sake, in questo modo quando si usa una nuova tazza si potrebbe scoprire qualcosa di nuovo!

Fare il bagno in una onsen Arita-yaki

Sicuramente io non sono l'unico a pensare che se vai a Kyushu, bisogna per forza andare ad una sorgenti di acqua calda, giusto? Ci potrebbero essere alcuni di voi che si stano chiedendo chiedendo "OK, cosa c’entra Arita-yaki con le sorgenti di acqua calda?" Kyushu è una regione ricca di sorgenti di acqua calda e c'è un modo in cui è possibile utilizzare la ceramica Arita-yaki facendo un bagno

La sorgente calda in questione è Ureshino Onsen, che dispone di un hotel chiamato "Yuzen-no-Yado Tokai" che possiede vasche in porcellana Arita-yaki.

Più grande è un pezzo di ceramica più difficile diventa bilanciarne la forma, il che significa che ci sono diversi livelli di difficoltà a seconda di ciò che si sta facendo. Ad esempio, le statue Komainu al Sueyama Jinja; queste statue mostrano un elevato livello di artigianalità, proprio perché sono stati prodotti dai maestri della porcellana nella prefettura di Saga.

L'acqua calda che sgorga dal Ureshino Onsen è carica di bicarbonato di sodio, ricca di sodio, che rende la pelle tonica e vellutata. Rende la pelle cheratinizzata liscia, una caratteristica che l’ ha resa popolare come uno delle migliori 3 sorgenti di acqua calda del Giappone per una pelle sana.

Sarete sicuramente in grado di trovare qualcosa che vi piace!

Una volta che fuori dalle sorgenti di acqua calda, che ne dite di una tazza di tè Ureshino locale? Se si cammina per circa 10 minuti lungo la strada principale si raggiunge il bar e il negozio KiHaKo dovesi produce il te nero giapponese Ureshino-, servito su ceramica bianca da tè Arita-yaki. La zona ha anche locande giapponesi e negozi di ogni genere da visitare, in modo da potersi godere terme e shoppin contemporanemante.

Tutti i posti che abbiamo presentato in questo articolo speciale sono raggiungibili con i mezzi pubblici.

Nel 2016, Arita-yaki festeggia l’anniversario dei 400 anni dalla sua creazione; perché non visitare la Saga per vedere se è possibile trovare delle ceramiche per voi?



Japan Hoppers編集部 ユジン / Yoojin

Japan Hoppers編集部 ユジン / Yoojin

Hi I'm Yoojin. I'll let you know how to enjoy and survive in Japan :P I hope it will be helpful for your travel.
안녕하세요! JH기자의 유진이에요. JH를 많이많이 이용해주세요!!


Tags